lunedì 17 gennaio 2022

Gnocchi di patate


Gli gnocchi di patate, un classico piatto tipico della nostra cucina italiana.
Semplici da preparare, basta usare qualche accorgimento nella scelta delle patate e nella cottura.
Si possono preparare con tantissimi tipi di condimento, io li ho fatti con un buon ragù di carne.

PREPARAZIONE E TEMPI DI COTTURA: 60 minuti circa + il tempo per lasciar raffreddare le patate 
4 porzioni. 

INGREDIENTI: 
    • 1 kg di patate (io le uso di pasta bianca un po' invecchiate).
    • 1 uovo.
    • 300 gr di farina.
    • sale grosso e sale fino q.b. 

PROCEDIMENTO: 
Lessare le patate con la buccia e lasciarle raffreddare.
Pelare le patate e sciacciarle con uno schiacciapatate.
Sistemare su uno spianatoio e aggiungere 1 uovo, 300 gr di farina e un pizzico di sale.
Lavorare bene l'impasto e dividerlo in 5-6 porzioni che a sua volta devono essere lavorate arrotolandole sullo spianatoio formando delle lunghe strisce.
Tagliare poi a tocchetti di circa 2 cm e passarli uno a uno sui rebbi di una forchetta ( se avete il rigagnocchi usate quello) premendo leggermente con le dita per dare allo gnocco la sua forma tipica.
Disporli in un vassoio infarinato senza sovrapporli e mettere l'acqua a bollire sul fuoco in una pentola larga e capiente (io aggiungo anche un filo d'olio).
Quando arriva ad ebollizione, aggiungere il sale grosso e tuffarvi gli gnocchi un po' alla volta.
Quando gli gnocchi salgono in superficie toglierli dalla pentola con un colino e passarli in una zuppiera con il condimento che preferite. 

domenica 16 gennaio 2022

Ragù toscano (il sugo)


In Toscana lo chiamiamo "il sugo" e lo distinguiamo con il "sugo per i crostini", quelli tipici toscani neri, il termine è molto usato un po' per tutti i condimenti.
E' quello delle feste o della domenica che si accompagna spesso alla pasta fatta in casa insieme all'arrosto.
Come spesso accade per i piatti tipici regionali non vengono mai cucinati allo stesso modo, ognuno ha una tradizione di famiglia e alcune volte anche un ingrediente o la modalità del procedimento cambia di luogo in luogo.
"Il sugo" toscano viene fatto spesso con carne mista di maiale, di coniglio, anatra o con la cacciagione.
Poi ci sono le diatribe sul troppo unto o poco unto riferendosi alla quantità di olio.
Una volta veniva preparato con i ritagli della carne e all'interno si formavano le "cicche", pezzetti di carne più grossi, io qualche volta i ritagli ce li metto e devo dire che diventa ancora più tipico.
Come diceva spesso mia madre, ci sono ricette che non si scrivono ma si "guardano fare" e il loro sapore sarà sempre un po' diverso a secondo della mano che lo cucina.
Per questo io non scriverò una vera e propria ricetta ma ve lo racconto...
In questo caso ho usato carne mista, circa 700 gr di macinato di manzo e 400 gr di suino.
Ho preparato un battuto con una cipolla rossa, tre costole di sedano e una carota, sul tagliere con la mezzaluna.
L'ho messo a soffriggere in un tegame di terracotta con una generosa quantità di olio extravergine di oliva, non deve risultare troppo oleoso ma nemmeno troppo asciutto.
L'ho fatto soffriggere per una ventina di minuti (ho aggiunto anche una spruzzata di vino rosso) e ho inserito la carne facendola rosolare per un altra ventina di minuti, poi ho aggiunto un bicchiere di vino rosso lasciandolo sfumare.
A questo punto ho messo mezzo tubetto di concentrato di pomodoro da 185 gr, il sale e ho coperto tutto con acqua (la quantità che faccio è sempre più o meno la solita e di norma per essere precisa sono 6 bicchieri d'acqua).
Raggiunta l'ebollizione ho abbassato il fuoco al minimo, ho chiuso con un coperchio e ho lasciato ritirare.
Di solito per farlo ci impiego circa 6 ore e mi piace prepararlo il giorno prima per finire l'ultima ora di cottura l'indomani.


sabato 15 gennaio 2022

Crostata con ricotta e marmellata di frutti di bosco


Una crostata semplicissima alla marmellata di frutti di bosco con l'aggiunta di uno strato di ricotta e qualche aroma. 
Davvero ottima.

PREPARAZIONE E TEMPI DI COTTURA: 90 minuti 
Teglia circolare 24 cm

INGREDIENTI: 
    • 300 gr di farina.
    • 150 gr di zucchero.
    • 100 gr di burro freddo di frigo.
    • 2 uova fresche di frigo.
    • 1 scorza di limone.
    • 1 bustina di vanillina o aroma.
    • 300 gr di ricotta.
    • 1 barattolo di marmellata di frutti di bosco.
    • 3 cucchiai di miele.
    • 1 scorza di arancio.
    • Aroma di limone.


PROCEDIMENTO: 
Preparare la pasta frolla.
Amalgamare la ricotta scolandola bene con 3 cucchiai di miele, una scorza di arancia grattugiata e l'aroma di limone aiutandosi con uno sbattitore elettrico.
Preparare una teglia circolare di 24 cm imburrata e infarinata, inserirvi la pasta frolla spianata con un mattarello di uno spessore di circa 5 mm bucherellandola sul fondo con una forchetta.
Ritagliare i bordi e inserire all'interno  la ricotta precedentemente lavorata formando uno strato.
Inserire in frigo per circa 30 minuti in modo che la ricotta abbia creato dello spessore e aggiungere lo strato di marmellata livellando bene in superficie.
Inserire in forno preriscaldato a 180° per circa 35 minuti e lasciar freddare.

venerdì 14 gennaio 2022

Mezze maniche al ragù di tacchino


Le mezze maniche al ragù di tacchino sono un primo piatto abbastanza semplice e molto gustoso, un sapore intenso e davvero particolare.
E' relativamente veloce, va considerato anche i tempi della preparazione del brodo vegetale.

PREPARAZIONE E TEMPI DI COTTURA: 60 minuti + 2 ore per il brodo vegetale
4 porzioni. 

INGREDIENTI: 
    • 1 coscia di tacchino.
    • 2 cipolle.
    • 5 costole di sedano.
    • 2 carote.
    • 2 rametti di rosmarino.
    • 1/2 bicchiere di vino bianco.
    • 50 gr di parmigiano reggiano.
    • Olio extravergine di oliva q.b.
    • Sale q.b.
    • 1 cucchiaio di pepe in grani.

PROCEDIMENTO: 
Iniziare con il preparare il brodo vegetale con 1 cipolla, 2 costole di sedano e 1 carota in una pentola con acqua, lasciar bollire a fuoco lento per circa 2 ore (io ho aggiunto anche l'osso del tacchino).
Disossare la coscia del tacchino tagliando la carne a piccoli pezzi con un coltello da cucina affilato.
Preparare un battuto con 1 cipolla, 3 costole di sedano, 1 carota e i 2 rametti di rosmarino, potete usare un mixer anche se io preferisco sempre usare la mezzaluna.
Soffriggere il battuto e il pepe in grani in un tegame con olio extravergine di oliva per circa 10 minuti.
Aggiungere la carne di tacchino, rosolare per altri 10 minuti e aggiungere il vino bianco lasciandolo sfumare.
Inserire 7 ramaioli di brodo vegetale e lasciar ritirare lentamente aggiustando di sale.
Cuocere la pasta, scolarla e rovesciarla nel tegame con il composto.
Spolverare con il parmigiano reggiano e mescolare a fuoco spento.

mercoledì 5 gennaio 2022

Pasta e patate con le cozze


Un piatto semplice, veloce e abbastanza economico.
Io lo adoro perché mi ricorda i sapori dell'infanzia, mia zia a Napoli lo cucinava spesso.

PREPARAZIONE E TEMPI DI COTTURA: 60 minuti circa. 
4 porzioni. 

INGREDIENTI: 
    • 1 kg di cozze.
    • 3 patate.
    • 2 spicchi d'aglio.
    • 1 peperoncino.
    • 20 pomodorini ciliegia.
    • 400 gr di pasta mista.
    • 1 mazzetto di prezzemolo.
    • Olio extravergine di oliva q.b.

PROCEDIMENTO: 
Soffriggere in un tegame con olio extravergine di oliva uno spicchio d'aglio tritato.
Lavare i pomodorini ciliegia, tagliarli in quattro parti e aggiungerli nel tegame.
Pelare e tagliare le patate a tocchetti, inserirle nel tegame e rosolare 2-3 minuti, coprirle con acqua portandole a cottura.
In un altro tegame con olio extravergine di oliva, soffriggere uno spicchio d'aglio intero, un peperoncino e inserire le cozze.
Lasciare aprire le cozze mescolandole in modo che prendano sapore e una volta aperte spegnere il fuoco e lasciarle freddare.
Sgusciare le cozze lasciandone qualcuna con il guscio per guarnire il piatto alla fine e filtrare il liquido.
Nel tegame con le patate inserire la pasta e il liquido filtrato delle cozze, cuocere per 2-3 minuti e aggiungere anche le cozze.
Portare a cottura e aggiungere il prezzemolo tritato.
Di solito il liquido delle cozze è salato, assaggiare quasi a fine cottura e se occorre aggiustare di sale.
Guarnire il piatto con le cozze messe da parte con il guscio.

Post popolari